lightdesign

Viabizzunoscuola

Viabizzuno è un’azienda italiana leader nella produzione di corpi illuminanti, anche se la definizione appare immediatamente riduttiva. Il mondo Viabizzuno infatti è un concetto talmente ampio che trae spunto dalla luce per progettare una concezione di lifestyle completa a 360 gradi, estendendosi fino a complementi di arredo, mobili, libri, abbigliamento, progetti editoriali, grafici, artistici ed alimentari.
In quest’ottica l’azienda organizza Viabizzunoscuola, giornate dedicate ai professionisti del settore sul tema della luce. Gli eventi si tengono nello showroom di Via Solferino a Milano, che rappresenta appieno la filosofia Viabizzuno. Gli spazi sono molto curati, dominati ovviamente dalla presenza della luce in tutte le sue forme possibili, fisiche e metafisiche. Ogni dettaglio è studiato e nulla viene lasciato al caso, lo spazio è volutamente conviviale e caratterizzato da una scenografica cucina, realmente utilizzata, e gradevoli spazi esterni attrezzati.
La lezione “Le 8 regole di luce” viene tenuta da Mario Nanni, deus ex machina indiscusso dell’azienda, nella Biblioteca di luce allestita negli spazi esterni della sede milanese. Il tema è interessante perché introduce gli elementi cardini del successo di Mario Nanni sviluppati attraverso l’avvento della sorgente luminosa a led. Il futuro è sicuramente la strada tracciata dai piccoli diodi luminosi, non senza insidie nascoste! La produzione massiccia di led impone infatti un’attenta scelta dei produttori e comporta una difficoltà di classificazione univoca ed oggettiva delle caratteristiche che li contraddistinguono. Nell’ambito di una corretta progettazione della luce, diventa quindi di primaria importanza operare scelte che garantiscano uniformità della qualità, del colore, ed in generale delle caratteristiche, della luce prodotta dalle sorgenti a led. L’illuminotecnica è una scienza esatta che si affida a precisi calcoli e simulazioni per ottenere il risultato ricercato, collocando le sorgenti necessarie nella forma, quantità e posizione corretta. Da queste premesse è possibile ottenere un progetto illuminotecnico efficace per qualsiasi tipo di intervento, che si tratti di una residenza, di un negozio di abbigliamento o di un museo contenente opere d’arte preziose. Altri problemi ricorrenti che devono affrontare i produttori di corpi illuminanti sono la dissipazione del calore prodotto dal led, la semplicità di sostituzione e lo smaltimento al termine del ciclo di vita, che ogni azienda affronta con soluzioni alternative.
L’avvento della sorgente a led ha offerto anche innegabili vantaggi che hanno permesso di intraprendere percorsi innovativi. Tra questi, si parla molto della “lampadina intelligente” che potrà essere comandata e modificata nei settaggi da un’applicazione installata sul cellulare tramite connessione bluetooth, oppure potrà fornire al consumatore informazioni sui prodotti esposti che sta illuminando. Il led tuttavia ha permesso anche un’altra grande integrazione, quella tra arredo e luce. I mobili non sono più oggetti illuminati ma diventano loro stessi oggetti luminosi. Scaffali, ripiani, mensole, espositori e cucine si trasformano in fonte di luce, ma possono anche diventare scheletri e strutture elettrificate su cui collocare a piacere sorgenti puntuali o diffuse. Da segnalare inoltre il vetro luminoso, caratterizzato da un innovativo sistema di led integrato direttamente nel telaio del vetrocamera che ha il vantaggio di poter realizzare serramenti vetrati dall’aspetto tradizionale con la sorprendente possibilità di illuminare dall'interno, e rendere quindi trasparenti, le gradi superfici vetrate. Con questo sistema quindi le facciate di vetro, che solitamente durante la notte appaiono come grandi superfici nere riflettenti, si riappropriano della naturale trasparenza che le contraddistingue durante il giorno.
L’avvento della sorgente a led, a discapito della tradizionale lampadina a incandescenza, non ha solamente imposto una riconversione dei prodotti esistenti, ma ha portato le aziende del settore a ripensare radicalmente la progettazione della luce, attraverso metodologie, caratteristiche e problemi assolutamente inediti, che hanno offerto nuove risposte a nuove esigenze in settori finora poco esplorati. Il meglio quindi deve ancora arrivare.


galleria fotografica

16